Andersen Tone
Aractingi Philippe
Arbid Danielle
Bacha Julia
Barrier Marie-France
Bergmann Monika
Bevis Linda
Biegeleisen Sylvain
Bitton Simone
Bolado Carlos
Borgman Monica
Borhan Alaouié
Breaking the silence (ONG)
Burge Patrick
Carpentier Caroline
Charaj Wissam
Corcuera Javier
Cowan Paul
Costa Gavras Costantin
Court Mireille
Dabis Cherien
Danquart Pepe
Davidson Eron
De Pelegrì Teresa
Den Hond Chris
Doueiri Ziad
Eriksson Johan
Estibal Sylvan
Gargour Maryse
Goldberg B.Z.
Grunebaum Heidi
Haar Ido
Harari Dominic
Hermon Shelley
Husni Serene
Issa Perla
Jacir Annemarie
Kammoun Michel
Kendill Tarek
Kerr Lewie
Klinke Iwajla
Kramer Tinus
Krunz Nidal Mohammed
Labaki Nadine
Lévy Lorraine
Littin Miguel
Løkkeberg Vibeke
Longley James
Lyons John
Maoz Samuel
Mast Edward
Maurer Monica
Morgan Jenny
Mueler Denis
Muguruza Fermin
Natanson Stephen
Nogueira Ana
Patrick Smith
Saragosti Anat
Schabel Julian
Schler David
Shapiro Adam
Shapiro Bustine
Turner Mark
Ushpiz Ada
Vazquez Rodrigo
Willems Leon
Wruck Dave

Annunci

Donne in lotta

women in struggle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Regista: Buthina Canaan Khoury
Produzione: Palestina, Belgio, Spagna 2004
Sito del film: http://www.womeninstruggle.com/wis.html
Tipo di filmato: Documentario
Audio: Arabo, italiano
Durata: 56 minuti

Per vedere il film:

 

Il film narra le lotte di donne palestinesi, ex-detenute politiche, durante la detenzione nelle carceri israeliane, analizzandone le conseguenze sulla loro vita attuale e futura. Nel film sono raccontate le vite e le storie di quattro donne che sottratte al ruolo di sorelle, madri e mogli loro imposto dalla società, assumono quelle di protagoniste nella lotta di liberazione per l’indipendenza della Palestina. Queste donne testimoniano le loro passate esperienze e la difficoltà di vivere la loro quotidianità, e parlano dello sforzo fatto per preservare la loro dignità e per integrarsi nella vita sociale e politica palestinese. Ancora adesso, nonostante la fine della detenzione nelle carceri israeliane, esse sono costrette ad affrontare quotidianamente la “prigione” che continuano a portarsi dentro.

Duma

Bambole

 

duma


Regista: Abeer Haddad  Zeibak
Produzione: Israele, Palestina 2011
Sito del film:  http://www.imdb.com/name/nm4775992/
Tipo di filmato: Documentario
Audio: Arabo, italiano
Durata: 55 minuti
Trailer:

Il film tratta di storie di abusi sessuali nella comunità palestinese in Israele. Abeer, la creatrice di uno spettacolo per burattini che affronta tematiche di abusi sessuali durante l’infanzia, decide di percorrere dal nord al sud il Paese con la videocamera e documentare le rivelazioni di donne arabe che hanno avuto esperienze di violenza sessuale. Nel suo viaggio incontra quattro donne che hanno il coraggio di rivelare abusi sessuali patiti nell’ambito dei circoli chiusi di amici e familiari. Queste donne cercano un modo di esprimere il loro tormento e rompere il silenzio che è stato imposto loro dai parenti e dalla società.

Gerusalemme sotto assedio

gerusalemm

 

 

 

 

 

Regista: Vanguard (current TV)
Produzione:  Italia, UK, 2011
Sito del film: http://www.current.vanguard.com
Tipo di filmato: Documentario
Audio:  Arabo, Inglese, italiano
Durata: 43 minuti
Trailer:

Gerusalemme rimane una citta’ divisa politicamente e anche a livello di tessuto sociale: un reportage che svela tutte le difficolta’ della vita quotidiana nella capitale mondiale delle tre religioni piu’ diffuse nel mondo. Tradizionalmente chiuse all’interno dei propri quartieri abitano le quattro maggiori comunità etnico-religiose che popolano la capitale: l’ebraica, la musulmana, la cristiana e l’armena. Le prime due comunità costituiscono oggi la stragrande maggioranza della popolazione cittadina.
La situazione diventa sempre più drammatica con il progetto del governo israeliano di “”giudaizzazione”” della città, con azioni militari di espulsione di famiglie palestinesi, occupazione delle loro case da parte dei coloni, seguendo un piano politico di pulizia etnica allo scopo di appropriarsi della città, piano totalmente illegale rispetto al diritto internazionale e alle risoluzioni ONU.

Sotto tregua: Gaza

sotto tregua Gaza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Regista: Maria Nadotti
Produzione:  Italia 2009
Sito del film: http://www.cinemaitaliano.info/sottotreguagaza
Tipo di filmato: Corto
Audio:  Italiano
Durata: 33 minuti
Trailer:

Febbraio 2009. L’attacco di Israele alla Striscia di Gaza si è appena concluso, lasciandosi alle spalle una scia di sangue, rovina e menzogne. Nove attori e attrici italiani prestano la loro voce alle parole di scrittori e intellettuali palestinesi, israeliani e europei, che, nel silenzio altissimo e complice dei mezzi di informazione internazionali, ristabiliscono la verità dei fatti, invitando non alla generosa solidarietà, ma alla severa responsabilità.
Una carrellata a ritroso, dal gennaio del 2009 all’ottobre del 1956, nel paesaggio devastato di un lembo della Palestina occupata. Un viaggio nel tempo in compagnia di scrittori come Mahmud Darwish, John Berger, Gideon Levy e Ghassan Kanafani.


Stories from the Middle East

The mall, Missing Gaza, Power, Journey with Naba’
stori

 

 

 

 

 

 

 

stories

Regista: Jonathan Ben Efrat, Sobhi Al Zobaidi, Ayelet Bechar, Hanna Musleh
Produzione: Israele, Palestina, 2006
Sito del film: http://www.cinephil.co.
Tipo di filmato: Documentario
Audio:  Arabo, Inglese
Durata: 59 minuti
Trailer: Non disponibile
Il documentario, inizialmente finanziato dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità,  è composto da 4 cortometraggi sulle condizioni di vita di palestinesi all’interno di Israele. La povertà, l’emarginazione sociale, la precarietà abitativa sono le cause di una sofferenza nel periodo di crescita nell’infanzia. Condizioni di lavoro sottopagato e malsano, mancanza di qualsiasi assistenza medica, sono solo alcuni dei fattori determinanti di malattie, del disagio sociale e delle discriminazioni nello Stato di Israele, rispetto agli abitanti palestinesi, cittadini del medesimo Stato. I problemi sociali sono una delle cause maggiori di malattie e, non ultimo, vi è il conflitto armato che non solo causa direttamente problemi sanitari con violenza, bombe, proiettili, ma anche indirettamente attraverso la distruzione del sistema economico-sociale della popolazione palestinese.


Good times

good times

 

 

 

 

 

 

 

Regista: Alessandro Cassigoli , Dalia Castel
Produzione: Italia, 2004
Sito del film: http://www.docume.org/page/tematica.asp?id=17‎
Tipo di filmato: Documentario
Audio:  Ebraico, Italiano
Durata: 31 minuti
Trailer:

Abu Dis è un villaggio palestinese vicino a Gerusalemme. Nel 2002 il governo israeliano decise di costruirvi un muro che dividea il villaggio in due parti, una divenne territorio israeliano. Il muro non tiene conto di coloro che vivono da una parte e lavorano dall’altra e, fallito lo scopo di impedire gli attentati, è rimasto un insormontabile ostacolo per gli spostamenti quotidiani. Ma niente che una persona atletica non possa superare, e i bambini passano attraverso le fessure, e le donne possono salire sulle pietre per facilitare l’arrampicata. I negozianti della zona hanno fatto amicizia con i soldati di guardia e con alcuni di loro si riesce anche a scherzare. Però a volte ti lasciano scavalcare, altre no…
Dichiarazione dei registi: Crediamo che troppo spesso il conflitto israeliano-palestinese sia narrato in maniera superficiale e sensazionalista: abbiamo così deciso di scegliere un luogo particolare e di filmare, la vita in quel determinato spazio. Così un particolare incrocio nel centro di Abu Dis è diventato il nostro set e un benzinaio, un venditore di caffé ed una donna israeliana i nostri protagonisti. Una storia molto piccola di gente comune è diventata giorno dopo giorno sempre più grande ed importante, dalla totale confusione iniziale sono via via arrivate delle risposte fino a che in un freddo mattino di Dicembre la storia con la “S” maiuscola ha fatto la sua comparsa al crocevia di Abu Dis…


La sposa di Gerusalemme

la sposa

Regista:  Sahera Dirbas
Produzione: Palestina 2010
Sito del film: http://www.infopal.it/la-sposa-di-gerusalemme-il-film-premiato-da-al-ard-doc-…‎
Tipo di filmato: Fiction
Audio:   Arabo, Italiano
Durata: 72 minuti
Trailer:

Attraverso la storia e il lavoro di Reham, un’assistente sociale, mostra la vita quotidiana nella Citta’ Vecchia di Gerusalemme: lavoro, disoccupazione, amore, tossicodipendenza e le onseguenze sulla vita degli abitanti sotto il conflitto israelo-palestinese. Rappresentandola pero’ con toni morbidi, in modo da renderla comprensibile anche ad un pubblico straniero che ha anche modo di conoscere costumi e tradizioni locali. La giovane Reham affronta anche un problema personale. Avvia una relazione con un giovane ma quest’ultimo deve fare i conti con l’opposizione di suo padre che non approva il rapporto con la ragazza perche’ sorella di un tossicodipendente. La conclusione sara’ positiva ma gli ostacoli che Reham dovra’ superare non saranno pochi e di poco conto, continuando peraltro a svolgere il suo compito a sostegno di famiglie in grande difficolta’. La Sposa di Gerusalemme e’ stato presentato in Francia e in altri paesi europei e arabi e all’Istituto di Cultura Italiano di Haifa. Ha vinto il premio speciale della giuria del Festival del Cinema Arabo di Cagliari.

3000 nights
A world not ours

Al Makhudu’un

Al Mutabaqqi
Ajami
Amore, furti e altri guai
Amreeka
Atash
Bosta
Cantique des pierres
Caramel
Cronaca di una sparizione
Falafel
Forgiveness
Free zone
Giraffada
Hamlet in Hebron
Hanna K.
Il compleanno di Laila
Il figlio dell’altra
Il giardino dei limoni
Il mio nuovo strano fidanzato
Il tempo che ci rimane
In the shadow of the city
Intervento divino
Kedma
L’attentat
L’uccello verde
La casa delle estati lontane
La porta del sole
La sposa di Gerusalemme
La sposa siriana
La ultima luna
La via lattea
Le cerf-volant (L’aquilone)
Le cochon de Gaza
Lebanon
Leila Khaled hijacker
Miral
Munich revenge
Nozze in Galilea
Oltre le sbarre
Omar
Palestina per principianti
Palestine Stereo
Paradise now
Pomegranates and mirrh
Private
Ritorno a Haifa
Rock the casbah
Sale di questo mare
Sotto le bombe
The Idol
The invisible policeman
The turtle’s rage
Ticket to Jerusalem
West Beirut
When I saw you
Zaytoun
Zindeeq

33 Days
5 broken cameras
9 star hotel
A handful of earth
After Jenin
Ana Arabia
Araba Fenice, il tuo nome è Gaza
Area C
Arna’s children
Beirut Diaries
Beyond the wall
Bil’in against the wall
Breaking the silence
Budrus
Caos totale
Checkpoint
Checkpoint rock
Children of fire
Children of Shatila
Da quando te ne sei andato
Detained
Donne in lotta
Drama therapy
Duma
Etat commun
Fragments
Frontiers of dreams and fears
Gaza
Gaza calling
Gaza denied exit
Gaza Hospital
Gaza strip
Gaza strophe
Gaza, operazione piombo fuso
Gerusalemme sotto assedio
Good times
Hai mish eishi (Questo non è vivere)
Hebron report
Hole in the wall
Il club antioccupazione delle nonnine infuriate
Il villaggio sotto la foresta
Inside God’s bunker
Izkor
Jaffa
Jahalin
Jenin, Jenin
Jerusalem 1948
Jerusalem… the East Side Story
Just play
Kafr-Kassem
La memoria fertile
La terre parle arabe
Lettere dalla Palestina
Madri
Mahmud Darwish
Massaker
Matzpen
Memory of the cactus
Naji Al Ali: un artista visionario
Nella bolla
Occupation 101
Our story
Palestina in fiamme
Palestina. Homeless
Palestine blues
Palestine for beginners
Palestinian window
Per uno solo dei miei due occhi
Promesse
Rachel
Rainbow
Recollection
Ripples cross
Road map to apartheid
Roshmia
Route 181

Saloon Al Fidah
Senza un giorno di pace
Seule avec la guerre
Shatila: passage to Palestine
Shooting Muhammad
Slingshot hip hop
Sono entrato nel mio giardino (Once I entered a garden)
Sopralluoghi in Palestina
Stone cold justice
Stories from the Middle East
Story of a martyr: Bassem Abu Rahmeh
Stranger in my home: Jerusalem
Striplife
Tears of Gaza
The censored voices
The children of Ibdaa
The enigma
The gate keepers
The fading valley
The Iron Wall
The killing zone
The kingdom of women
The land of settlers
The law in these parts
The stones of the valley
The wanted 18
The Zionist story
This is my land… Hebron
To shoot an elephant
Tomorrow’s land
Tragedy in the Holy Land
Wall
We are the children of Aida
Women beyond borders
Zahra